Aktuelle Nachrichten

Italia News

Liguria – Nachrichten aus Ligurien (Italienisch)


Italia – RSS Web News EU (Italienisch)

Meteo Giornale – La previsione meteo per l’Italia
  • Meteo, centinaia di migliaia di persone colpite dalle inondazioni nella Cina centrale
    von Lucas Miller am 25. Juni 2024 um 8:21

      Il 23 giugno 2024, forti piogge hanno colpito diverse province della Cina centrale, provocando inondazioni e frane che hanno interessato centinaia di migliaia di persone e lasciato almeno 8 morti. Le autorità locali hanno emesso diversi allarmi e stanno attualmente svolgendo operazioni di controllo dei disastri e di soccorso nelle regioni ad alto rischio. 8 persone hanno perso la vita e 4 case sono crollate a causa di una frana innescata dalle forti piogge il 23 giugno nel villaggio di Douxi nella contea autonoma di Xinhuang Dong, nella provincia di Hunan.   Più di 350 addetti dei vigili del fuoco locali, della sicurezza pubblica, delle risorse naturali e dei dipartimenti sanitari sono accorsi al villaggio dopo il disastro per effettuare operazioni di soccorso, secondo il quartier generale per il soccorso di emergenza del disastro. Il 23 giugno, l'Ufficio Meteorologico Provinciale di Hunan ha innalzato il livello di risposta all'emergenza del disastro meteorologico dal livello III al livello II. I dipartimenti meteorologici a tutti i livelli sono tenuti a monitorare da vicino le condizioni meteorologiche locali e i livelli d'acqua dei fiumi e dei bacini idrici in tutta la provincia.   Forti precipitazioni stanno colpendo diverse province cinesi, tra cui Hunan, Anhui e Guizhou, interessando decine di migliaia di persone. Più di 200 siti turistici sono stati temporaneamente chiusi poiché cinque fiumi nella provincia di Anhui hanno superato i livelli di allerta. Più di 30.000 residenti delle aree pericolose sono stati evacuati in anticipo, e oltre 4.000 persone intrappolate dalle inondazioni sono state salvate secondo gli ultimi aggiornamenti.   Secondo l'autorità meteorologica locale, il nord e il centro di Hunan continueranno a ricevere piogge persistenti e rovesci torrenziali nella settimana successiva, con rischi di inondazioni, pericoli geologici e allagamenti urbani. Tra il 22 e il 23 giugno, piogge diffuse hanno interessato le aree a sud di Hefei, capitale della provincia di Anhui. Alcune regioni hanno anche sperimentato forti piogge e rovesci torrenziali, secondo il dipartimento provinciale di gestione delle emergenze. Le forti piogge hanno inoltre colpito 213.300 persone in 41 contee nella provincia di Guizhou nel sud-ovest della Cina, dal 21 giugno, secondo il quartier generale provinciale per il controllo delle inondazioni e il sollievo dalla siccità. Finora, quasi 7.000 residenti sono stati evacuati in sicurezza e quasi 1.000 persone sono state ricollocate. Il meteo rimane un fattore cruciale da monitorare per prevedere e prevenire ulteriori disastri in queste regioni colpite.

  • Botti METEO di fine GIUGNO: da un eccesso all’altro, senza tregua
    von Alessandro Arena am 25. Juni 2024 um 8:15

    Ebbene sì, stop al caldo spazio ai temporali e che temporali! Nelle prossime ore ne vedremo delle belle, o delle brutte, a seconda dei punti di vista. Fatto sta che il meteo è peggiorato già in diverse parti d'Italia e peggiorerà ancora a seguito della goccia fredda collocata proprio sopra le nostre teste.   Chi l'avrebbe mai detto? Chi avrebbe scommesso su un giugno così altalenante? Perché parliamoci chiaro, il caldo c'è stato, ma non ovunque e anche laddove è stato intenso non ha avuto la capacità di persistere. Ecco, appunto, tempo fa scrivemmo che il rischio persistenza non sembrava esserci e al momento il quadro meteorologico sta confermando quella sensazione.   Più che sensazione ipotesi, stilata chiaramente sulla base di attente analisi climatiche. Analisi che svolgiamo quotidianamente e che continuano a suggerirci un'Estate alquanto particolare. Chissà, forse perché c'è la Nina e non più El Nino, forse perché le anomalie termiche oceaniche giocheranno un ruolo fondamentale.   Le cause saranno oggetto di approfondite analisi a fine stagione, diciamo a settembre. Ora no, non è il momento di stilare bilanci, piuttosto è il momento di focalizzare l'obbiettivo sul prossimo mese, il mese di luglio appunto.   Un mese che potrebbe iniziare all'insegna della variabilità atmosferica, difatti passata la "buriana" della goccia fredda prepariamoci a un'altra botta di caldo. Caldo d'Africa, se preferite la solita canicola sahariana. Colpirà forte, specie al Centro Sud e tra le due Isole Maggiori. Ma non è una novità.   La novità potrebbe essere un'altra, ovvero un inizio luglio tra temporali, nubifragi, grandinate, insomma un esordio di luglio sotto il diktat dell'instabilità atlantica. Questa sì che sarebbe una novità, così com'è una novità quel che sta accadendo in queste ore e fidatevi, in pochi avrebbero scommesso su un giugno di questo tipo.   Un giugno che, vuoi o non vuoi, sta riservando frequenti ribaltoni. Chiamateli pure colpi di scena, forse è questa la terminologia che più si addice a un andamento meteo climatico per certi versi anomalo, certamente inaspettato. Inaspettato da chi puntava deciso in direzione della solita Estate africana, inaspettato da chi non sapeva che qualche variabile impazzita avrebbe potuto rivoltare le carte in tavola. Non è finita qui, ne vedremo certamente delle belle.

  • Turismo all’isola Capraia: un paradiso mediterraneo di natura selvaggia
    von Luisa Bruno am 25. Juni 2024 um 8:07

    Capraia, ultima isola dell’Arcipelago Toscano per distanza dalla terraferma, Capraia vanta una storia ricca e affascinante, preservando la sua natura inalienabile e sfuggendo all’eccessivo sviluppo turistico. Lontana dai circuiti del turismo di massa, l’isola è un santuario per chi cerca un’esperienza di viaggio autentica, dove il ritmo della vita segue ancora il lento incedere delle stagioni e i cicli naturali.   Capraia, terza per grandezza nell’Arcipelago Toscano, emerge dalle acque del Mar Mediterraneo come un paradiso ecologico. Caratterizzata da una natura selvaggia e un ambiente perfettamente conservato, l’isola è un autentico gioiello per gli amanti dell’ecoturismo. Sentieri escursionistici conducono alla scoperta dei tesori verdi dell’isola, come il Monte della Penne, una sfida intrigante per gli escursionisti esperti, la Cala Rossa, una baia di incredibile bellezza testimonianza dell’attività vulcanica che ha dato origine all’isola, e i Laghetti di Capraia, piccole formazioni d’acqua ricche di vegetazione acquatica e fauna ittica particolare.   Il clima mediterraneo regala inverni dolci e estati calde ma ventilate, rendendo l’isola ideale per vacanze in quasi tutti i periodi dell’anno. Situata a circa 60 km a ovest dalla città di Livorno, Capraia è facilmente raggiungibile con un traghetto, offrendo già durante il viaggio una vista indimenticabile.   Il piccolo villaggio, con il suo porto pittoresco e le casette colorate, è impregnato di tradizioni marinare e di un patrimonio storico inestimabile. La Fortezza di San Giorgio, una volta presidio di difesa, oggi è un punto di riferimento storico dalla vista ineguagliabile. Ma Capraia non è solo un museo a cielo aperto; la vita qui brulica anche di attività e divertimento. Durante la permanenza, non si possono perdere le immersioni subacquee per scoprire i fondali marini, tra relitti e fauna marina unica, le escursioni in barca per esplorare la costa dell’isola e trovare angoli nascosti e inaccessibili via terra, e la Sagra del Totano, un evento imperdibile in autunno che celebra il gusto e la tradizione culinaria legata al mare.   Un soggiorno a Capraia si rivela essere un’esperienza completa che soddisfa sia il bisogno di tranquillità sia quello di avventura. Ad ogni curva del cammino, in ogni onda del mare, nelle serate di festa o nella quiete delle passeggiate, si trova un pezzo della magia di Capraia, una destinazione che merita di essere scoperta con rispetto e curiosità.

  • Meteo: ancora temporali e fresco nei prossimi giorni, poi torna l’anticiclone africano
    von Franco Rossi am 25. Juni 2024 um 7:30

    L'Italia è attualmente sotto l'influenza di una goccia fredda che sta caratterizzando il tempo soprattutto al Centro-Nord, portando instabilità, piogge, temporali e un clima decisamente fresco. Le regioni settentrionali risentono maggiormente dell'afflusso di aria frizzante di origine atlantica, che ha determinato un calo significativo delle temperature.   Questa area depressionaria, che si muove molto lentamente, quasi stazionando a ridosso del Centro-Nord, continuerà a portare frequente instabilità ancora per le giornate di martedì 25 e mercoledì 26 giugno. Durante questi giorni, qualche fenomeno temporalesco riuscirà a spingersi anche nel Sud-Est della penisola. Successivamente, questa goccia fredda si sposterà verso i Balcani, abbandonando definitivamente il nostro Paese. L'effetto sarà un miglioramento deciso del tempo a partire da giovedì 27 giugno.   Torna l'anticiclone Africano da Giovedì A partire da giovedì, si aprirà quindi una fase anticiclonica che porterà sole, un generale aumento delle temperature e una stabilità diffusa. Il clima tornerà ad essere caldo, molto caldo al Centro-Sud, da venerdì/sabato, grazie all'afflusso di correnti provenienti dal Nord-Africa. Nel fine settimana, queste correnti determineranno una nuova ondata di calore concentrata soprattutto tra le isole maggiori e il Meridione, con picchi intorno ai 38-40 gradi. Anche al Nord farà caldo, ma non ai livelli del Centro-Sud, con massime che si aggireranno intorno ai 30-32 gradi. Dunque uno scenario simile a quanto vissuto durante la precedente ondata di caldo la scorsa settimana.   Va prestata attenzione però alla giornata di sabato che potrebbe vedere un veloce cedimento barico sul Nord Italia con un probabile impulso temporalesco (lo valuteremo meglio nei prossimi giorni). Al netto di questo possibile peggioramento, l'Italia vivrà una fase stabile e anticiclonica da giovedì fino almeno a domenica, dunque tutta la seconda parte della settimana si profila complessivamente all'insegna del sole e del grande caldo, con termometri nuovamente bollenti al centro-sud.   Possiamo anticiparvi, però, che anche questa volta l'anticiclone non dovrebbe durare molto. È infatti previsto un crollo barico a inizio della prossima settimana, dovuto a una nuova saccatura atlantica in arrivo da ovest. È ancora troppo presto per approfondire, ma sembra che l'instabilità possa tornare a caratterizzare il tempo sul nostro Paese. Nel frattempo, godiamoci il sole e il caldo estivo in arrivo.

  • Una vacanza in alta Corsica: pittoreschi paesini immersi nel verde e spiagge da sogno
    von Lucia Deledda am 25. Juni 2024 um 7:14

    L'alta Corsica rappresenta un autentico paradiso per gli appassionati‍ di ⁤ coste spettacolari e paesaggi mozzafiato. Tra le sue gemme si trova il pittoresco​ comune di⁣ Rapale. La sua vicinanza al mare‍ lo rende una destinazione ‍perfetta per chi ‍desidera esplorare le spiagge incantevoli che si trovano a poca distanza. Le ⁤acque trasparenti ⁢e le spiagge sabbiose⁢ che circondano Rapale offrono angoli ‌di paradiso ‌ancora‌ incontaminati, ideali per‌ chi ⁤cerca un equilibrio tra relax e avventura. Le​ calette nascoste, accessibili solo via mare o tramite sentieri tortuosi,⁤ e⁣ le estese distese di sabbia finissima che si ​specchiano nel blu ‍cristallino,⁣ raccontano⁤ storie diverse, pronte a essere scoperte dai turisti più curiosi e amanti della natura.   Un ⁢viaggio nell'alta Corsica offre ‌più⁣ di una semplice esperienza balneare; trasforma una giornata di​ sole in un’avventura alla scoperta⁢ di cale ‍nascoste e paesaggi mozzafiato. ⁢Immaginate⁣ di camminare lungo sentieri⁤ incontaminati, dove ogni curva ‍potrebbe rivelare una nuova, splendida spiaggia dal mare cristallino. Qui, dove il verde della macchia mediterranea si tuffa nelle acque turchesi, potrete​ trovare la vostra oasi personale di‌ pace.   La Spiaggia di Cala ‌Genovese:​ accessibile solo via mare ‌o tramite un sentiero impegnativo,‌ questa splendida caletta è ⁢l’ideale⁤ per‌ chi cerca tranquillità lontano ​dal trambusto delle ⁣spiagge più frequentate. Circondati da ⁤una natura selvaggia, ⁣è il luogo perfetto dove immergersi nella ⁢lettura di un⁤ buon libro o semplicemente ammirare il⁢ panorama.   L’Ansa di Rondinara: tra le spiagge più suggestive e fotografate dell’isola, Rondinara incanta con la ‌sua forma quasi perfettamente ​circolare.‍ Il fondale basso ⁣e‍ l’acqua ⁤limpida fanno di questo luogo un paradiso per famiglie e snorkelisti. Tra una nuotata e l’altra, non perdete l’occasione di ​esplorare l’ambiente circostante,‌ ricco di fauna e flora tipica del Mediterraneo.   Nessun viaggio in ⁤Corsica può dirsi completo senza immergersi nelle profonde radici storico-culturali dell’isola. Rapale, situata in una valle verdissima all’interno della​ Corsica settentrionale, dista solo qualche chilometro dalla costa e offre una fresca alternativa⁢ alle giornate marittime.​ Raggiungere questo piccolo ‍villaggio ‌è come fare un salto indietro nel tempo: le casette in pietra e le vie strette raccontano storie di‍ un’epoca passata, mentre gli abitanti locali custodiscono gelosamente le loro⁤ tradizioni.   Le serate sotto le stelle, con spettacoli di musicisti locali, sono occasione per apprezzare ⁢la ‌vivace cultura dell’isola e forse ⁤imparare qualche passo ⁣di “ballettu”, una danza tradizionale corsa. E per ‌gli amanti del vino, una‍ visita alle‍ cantine ⁢vinicole della regione⁣ offrirà un gusto autentico del terroir‍ di questo angolo ⁢di paradiso, rinomato ‍per i suoi vini intensi e profumati.   Il clima dell'alta Corsica,​ è mediterraneo:⁤ caldo e asciutto in ‍estate, temperato in ⁢inverno, rendendola una destinazione ideale per buona⁤ parte dell’anno. La brezza marina garantisce una mitigazione del calore estivo, permettendovi di godere appieno​ delle vostre giornate⁤ all’aperto.   L'alta Corsica non‍ è solo un luogo dove‌ scoprire incantevoli ⁣spiagge, ma ‌anche⁢ un ambiente dove⁤ la natura, l’opportunità di divertimento e ‍la‍ cultura si intrecciano, promettendo a⁢ ogni viaggiatore⁤ un’esperienza completa e ‌indimenticabile ⁣in una delle perle più ⁤sorprendenti ⁢del Mediterraneo.

Diese Seite verwendet Cookies, um die Nutzerfreundlichkeit zu verbessern. Mit der weiteren Verwendung stimmst du dem zu.